Australia day – Il giorno australiano tra i fuochi d’artificio e i colori

IMG 3100 - Australia day - Il giorno australiano tra i fuochi d'artificio e i colori

Come ogni anno il 26 gennaio è l’Australia day, che ricorda il giorno in cui il capitano Arthur Phillip, comandante della First Fleet (Prima Flotta), sbarcò nel Nuovo Galles del Sud prendendone possesso, creando così la prima colonia europea in Australia.
Ogni anno la gente si prepara per festeggiare, facendo barbecue e bevendo, cercando di sfruttare al massimo la giornata.
Le città australiane si organizzano per renderlo speciale, vendendo gadgets con i colori australiani e la bandiera del paese, ma soprattutto organizzando spettacolari fuochi d’artificio.
Anche a Brisbane è così e la maggior parte delle gente si dirige in South Bank per non perdere questo momento e immortalarlo da posizioni migliori.
La mia giornata è stata speciale, a prescindere dall’Australia day, perché un mio caro amico conosciuto in una delle mie tante avventure mi è venuto a trovare per un paio di giorni.
Noi a differenza di molta gente non avevamo organizzato niente, zero piani, e come sempre quando non si hanno piani le giornate si trasformano in spettacolari.
Nel mio appartamento non era solo l’Australia day, ma anche il compleanno di una mia coinquilina, per questo abbiamo preso l’occasione per festeggiare.
Oltre a noi coinquilini della casa, abbiamo invitato amici e abbiamo preparato cibo e bevande, per poi spostarci a Kangaroo Point e assaporare la giornata davanti ad una vista magnifica.
Burritos, torte, birra, vino, musica, ballo, condivisione, discorsi, amicizie, libertà. In poche ore di una giornata abbiamo riprodotto l’essenza della vita.
“Solo dando colore ad ogni giorno si possono riempire le pagine della vita”.
Abbiamo colmato al massimo il tempo, cantato il buon compleanno in diverse lingue, ballato, mangiato e bevuto, il tutto aspettando i tanto famosi fuochi d’artificio.
Da Kangaroo Point si ha una vista fantastica della città e la nostra decisione di rimane li per i fuochi è stata premiata. Ci si può sedere in un parco e avere la vista periferica di Brisbane.
È stato uno spettacolo unico. I fuochi visti da lontano che si affiancano ai palazzi della città aprono spazi emozionali e si diventa vulnerabili, o meglio si capisce di esserlo.
È incredibile come semplici luci nel cielo diano sensazioni cosi forti. Quando si collega la vista all’anima si aprono mondi sconosciuti.
La giornata scorreva in modo stupendo e dopo i fuochi decidemmo di spostarci a South Bank.
La cosa bella è che splendeva un gran sole, ma all’improvviso iniziò a piovere. Tutti a correre in mezzo alle scogliere di Kangaroo Point sotto la pioggia, ma comunque ridendo e cantando.
Devo ammette che la pioggia in certe giornate ne aumenta il fascino.
Attraversammo il fiume su un piccolo battello, che permette spostamenti gratuiti nella città.
Una volta a South Bank la pioggia continuava ininterrottamente, ma all’improvviso cessò e passando da parte alle piscine artificiali della città ci venne la brillante idea di buttarci tutti dentro per il bagno di mezzanotte. Ci ritrovammo così tutti vestiti nelle piscine.
Una cosa bella della vita è quella di viversi i momenti, seguire il proprio istinto e la propria pazzia per dare ad un attimo quello che si merita e renderlo speciale.
Tornati a casa e dopo una veloce doccia l’idea era quella di uscire, ma tutti erano morti. Io e il mio amico dovevamo rivederci, per forza.
A volte riesci a vederti per poco tempo quindi devi sfruttarlo al massimo.
Ci trovammo così in centro città a bere e ballare insieme.
Abbiamo parlato un po’ come hai vecchi tempi, poi ci siamo salutati con la promessa che ci saremmo rivisti ancora in qualche parte del mondo.
Come il capitano Phillip creò la sua colonia, anche io in questo Australia day ho creato la mia, fatta di felicità e di colori, di condivisione, di senso della vita, valorizzandone al massimo l’essenza.
Lasciati andare alle giornate, qualunque esse siano, perché in un giorno qualsiasi si può spiccare il volo.

Lascia un commento