Nella vita si può passare da tutto a niente e da niente a tutto in un attimo

Senza titolo 3 - Nella vita si può passare da tutto a niente e da niente a tutto in un attimo

Si dice che il lunedì da l’inizio alla settimana e la mia stava partendo alla grande.
Ero rilassato e felice, complice anche la mail ricevuta la sera prima dal manager con scritto che mi avrebbe contattato entro il martedì per il giro di orientamento dell’hotel e la compilazione delle varie carte per l’assunzione.
Insomma il mercoledì avrei già dovuto iniziare a lavorare.
Non sempre però tutte le cose vanno per il verso giusto ed infatti non fui più contattato da nessuno.
La cosa peggiore è che nel weekend avevo conosciuto una ragazza nell’ostello e nel parlare mi disse che aveva fatto anche lei il colloquio per lo stesso hotel. I casi della vita. Il problema però non era questo, ma che lei era stata chiamata il martedì per firmare il contratto e per la presentazione dell’hotel, mentre io no.
A quel punto mi sono detto “ma non è che non mi chiamano più o hanno preferito scegliere un altro?”.
Preso dalla situazione, iniziai veramente a darmi da fare. Stampai una cinquantina di Curriculum e mi catapultai cinque ore in città per un paio di giorni.
Entrai in qualsiasi hotel, residence e ostello a lasciare direttamente il mio Curriculum oltre che a candidarmi online.
In due giorni girai praticamente quasi tutta la città e mandai il mio Curriculum ovunque persino sulle isole australiane, in un motel ed in un centro massaggi giapponese che cercava un receptionist anche se quando sono uscito mi sono messo a ridere. Provare non costa niente 🙂 
In questi giorni di delirio totale, precisamente il mercoledì, avevo però inviato una mail al manager chiedendogli informazioni per quanto riguardava la mia assunzione, senza però ricevere risposta.
Il giovedì, mentre stavo lasciando ulteriori Curriculum zaino in spalla, ricevetti però una risposta dal manager con scritto se potevo lasciargli il mio numero di telefono. Tempo 30 secondi mi chiamò dicendomi che ero stato preso, fissandomi l’appuntamento per il martedì successivo per la firma del contratto.
Nella vita si può passare da tutto a niente e da niente a tutto in un attimo.
La prima reazione è stata quella di chiudere lo zaino, smettere di lasciare i Curriculum e camminare felicissimo di gioia per le strade di Brisbane. Ad essere sincero quasi piangevo dalla gioia.
Per un momento ho sentivo una carica dentro pazzesca, stavo per vincere l’ennesima sfida con me stesso.
È incredibile come nella vita quando si pensa di avere tutto ci si ritrova con niente, mentre quando non si ha niente in un attimo si può avere tutto.
Da tutto a niente, da niente a tutto.

La felicità non è per forza avere tutto, più che altro avere quello che si vuole.

Lascia un commento