Ci sono dei posti che lasciano il segno per tanti piccoli motivi. L’isola di Palawan è uno di questi

Featured Video Play Icon

Dopo essermi imbattuto nel caos di Manila (qui l’articolo su Manila e i terrazzamenti di riso di Banaue), ho capito che le Filippine vere sono quelle nella natura, nei piccoli paesi, insomma quelle fuori dalle città.
Per questo motivo voglio spostarmi qua e la e conoscere posti più caratteristici.
Non organizzando il mio viaggio, come al solito, ho la possibilità di improvvisare e la mia improvvisazione mi ha portato sull’isola di Palawan.
Dopo un’ora di aereo e quasi sei di van, ho raggiunto la parte settentrionale dell’isola fino a El Nido.
Questo piccolo paese è fantastico, appena si arriva qua lo si capisce. Strade piccole dirette al mare, piene di ristoranti, bar e negozi, il tutto circondato da una grande scogliera che rende l’atmosfera emozionante.
El Nido, oltre ad essere speciale, è un buon punto di collegamento per diverse piccole isole, infatti da qua partono differenti tour alla scoperta di posti unici.
Anche io ovviamente partecipo ad uno di questi e devo ammettere che forse è stato il più bel tour a cui ho preso parte nella mia vita.
Ci siamo fermati in cinque posti tutti diversi tra loro, ma allo stesso tempo magnifici. Viste veramente bellissime e mare limpido.
Oltre a spiagge e snorkeling, in uno di questi luoghi ho noleggiato un kayak, per scoprire angoli di paradiso tra le rocce.
Un’altra cosa eccezionale di questo tour è stato il pranzo sulla barca, una specie di grigliata di pesce, contornata da piatti pieni di frutta decorata a mano direttamente sul posto. Fantastico!
El Nido è veramente incredibile, un’insieme di colori, natura e vivacità. È un luogo sicuramente da non perdere sia per l’atmosfera che genera che per il resto.
Quando penso di avere già visto tanto riesco sempre ad essere stupito.
Dopo il bellissimo soggiorno a El Nido, lascio a malincuore, ma consapevole di andare a vedere altri posti bellissimi dell’isola di Palawan.
È infatti arrivato il momento di raggiungere Puerto Princesa e dopo altre cinque ore di van eccomi qua.
Puerto Princesa non mi ha entusiasmato come El Nido, non è così caratteristico, però è un grande punto di collegamento per il Parco Nazionale del fiume sotterraneo.
Questo Parco Nazionale è Patrimonio dell’umanità UNESCO e nel 2012 è entrato a fare parte delle sette meraviglie naturali del mondo.
Il fiume sotterraneo si trova a circa 50km da Puerto Princesa e dopo uno spostamento su strada, si raggiunge via mare su una barca.
Devo ammettere che El Nido mi ha stregato, però anche questo posto è molto interessante.
Quando si entra nel fiume sotterraneo non c’è uno spiraglio di luce, solo buio. Solo il pensiero che questo posto è li da tantissimi anni e continua a cambiare la sua forma è incredibile.
Inoltre navigarlo lascia una grande emozione.
Oltre al fiume, ho avuto la possibilità di provare una nuova avventura, quella della zipline.
Si parte praticamente dalla cima di una montagna, che si raggiunge dopo un piccolo viaggio fuoristrada ed una scalata, e si scende verso la spiaggia, sorvolando il mare.
Questa nuova avventura è stata entusiasmante, le viste erano veramente impressionanti.
È un volo nell’aria aperta con il cuore in gola che batte a più non posso.
Un’insieme di sensazioni alla massima potenza, tra adrenalina e panorami pazzeschi.
Viaggiare ti mette davanti alle paure e ti chiede di superarle.
L’uomo coraggioso è semplicemente colui che vuole andare oltre se stesso, quello che vuole abbattere i limiti tra una vita normale e una vita indimenticabile. È colui che in un modo o nell’altro vuole raggiungere i propri sogni.
L’isola di Palawan mi è piaciuta moltissimo, ho incontrato gente bellissima ed ho vissuto nuove emozionanti avventure, ma adesso bisogna guardare avanti alle prossime, bisogna archiviare tutto in una cartella e aprirne un’altra, magari ancora più interessante.
Sento il cuore salirmi in gola, ad un battito fortissimo, le emozioni mi avvolgono e la vita è un’esplosione, questo è quello che sento quando sto vivendo.
Viaggiando ho scoperto che ci sono dei posti che lasciano il segno per tanti piccoli motivi. Magari per la gente, o per la natura e le viste spettacolari, o per tante altre cose.
L’isola di Palawan è uno di questi.

Lascia un commento