Quando si hanno aspettative alte si rischia di rimanere delusi, per questo la felicità è soltanto vivere

IMG 3270 - Quando si hanno aspettative alte si rischia di rimanere delusi, per questo la felicità è soltanto vivere

Quando si hanno aspettative alte si rischia di rimanere delusi, per questo la felicità è soltanto vivere la vita al massimo, ma senza aspettarsi niente.
Ieri ho avuto il perfetto esempio di questa frase, per questo voglio iniziare il nuovo articolo partendo da qui.
Dopo l’ennesima notte di lavoro sono tornato a casa pronto per godere i miei due giorni liberi. Come sempre dopo il lavoro mangio qualcosa, mi rilasso e dormo. Ieri è stato diverso, sono rientrato pieno di energia e pronto per una nuova esperienza. Non avevo tempo per dormire.
Ero in direzione Lone Pine Sanctuary per vedere i koala e i canguri.
Ogni volta che faccio qualcosa parto disorganizzato e senza sapere le cose, per questo ho dovuto informarmi in stazione su che pullman prendere e poi aspettarlo per quaranta minuti. La cosa positiva è che ho potuto riposare un po’.
Sono partito con le aspettative alte perché ho sentito parlare bene del parco e pensavo fosse una cosa molto naturale.
Dopo la classica coda all’ingresso, sono entrato e subito mi sono imbattuto in diversi tipi di uccelli, pipistrelli, diavolo della Tasmania, serpenti ecc..
In realtà il mio obbiettivo ero quello di vedere koala e canguri.
La delusione arriva proprio in questo, alcuni koala erano nelle gabbie altri passavano da un braccio ad un altro solo per fare foto e sono usati per fare business. Dico questo perché oltre al prezzo dell’entrata è obbligatorio pagare per fare la foto con un koala in braccio. Se invece si vuole farla gratuitamente con il proprio cellulare si ha un orario prestabilito da loro di mezz’ora, ma in questo caso non si può toccare il koala e devi fare la foto con da parte il volontario del parco che lo tiene in braccio. Cioè cose assurde.
I canguri invece erano all’aperto, o meglio erano in uno spazio ampio nella natura, con una grande recinzione intorno. Anche loro non mi sembravano molto felici, però probabilmente tranquilli ed abituati a stare in mezzo alla gente.
Nonostante tutto questo è stato proprio grazie agli animali che sono riuscito ad aprirmi momenti di felicità e spensieratezza, infatti quando ti siedi da parte ad un canguro, lo accarezzi e gli dai da mangiare tutto il resto svanisce, passa in secondo piano. Ti si apre un mondo nuovo, fatto di contatto sincero, sensazioni, energia e vita.
Quante persone almeno una volta nella vita desidererebbero volare? tutto questo è possibile anche stando con i piedi a terra. È proprio nel momento in cui ci si unisce alla semplicità del mondo, alla natura e agli animali che si inizia a spiccare il volo verso l’alto, verso il cielo.
A parte tutto i koala ed i canguri sono bellissimi.
Insomma, la felicità è soltanto vivere, le aspettative hanno il grande rischio della delusione.
Dopo poco più di un paio di ore sono uscito dal parco deluso perché mi ero immaginato qualcosa di diverso. L’unica cosa che mi ha dato felicità sono stati appunto gli animali.
Ho ripulito velocemente la mente dalle aspettative e sono tornato a vivere istintivamente e questo ha portato subito risultati.
Sono venuto a scoperta di un battello che collegava direttamente il parco al centro città con poco più di un’ora di viaggio e senza pensarci un secondo l’ho preso per il ritorno.
Navigare in un fiume circondato da natura e parchi è sempre bellissimo e mi ha riportato freschezza interiore.
Tutte le persone erano sedute dentro o al piano sopra, mentre io ho trovato il mio spazio di libertà davanti, abbracciato dal sole e con l’acqua che mi scorreva sotto. Sono quei momenti che si cercano, dove il vento ti accarezza la pelle e ti apre la cartella dei pensieri. In quell’istante mi è uscito un sorriso ed è proprio quando sorridi sui tuoi pensieri che stai bene con te stesso, che non chiederesti niente di più.
Per questo la felicità è soltanto vivere.

Lascia un commento