Le Filippine non sono da visitare, le Filippine sono da scoprire

Featured Video Play Icon

Finalmente!!
Dopo quasi un anno di lavoro in Australia finalmente posso fare quello che amo di più e per cui sono qua..VIAGGIARE.
Prima di iniziare il road trip australiano con il mio van, ho deciso di prendermi qualche settimana fuori dall’Australia, per questo mi trovo nelle Filippine.
Sono atterrato nella capitale, Manila, con grande entusiasmo per due motivi: uno per la nuova avventura, l’altro per il fatto che è la mia prima volta in Asia (cosa che aspettavo da tempo).
L’impatto con Manila è stato forte, mi sono trovato in una realtà completamente diversa da quella che sono abituato e soprattutto che non avevo mai vissuto da vicino.
La città è veramente caotica e con un traffico incredibile, ci sono tantissime persone e non esistono regole. La gente si butta per strada creando caos a più non posso.
Inoltre ho avuto il primo contatto con la povertà, gente che vive con poco o addirittura niente, e con i problemi sociali.
L’aria pesante di Manila mi ha lasciato un po’ spaesato, ma forse è tutto questo che rende particolare il posto mi sono chiesto.
Non è una città che offre molto, ci sono luoghi da visitare, uno su tutti Intramuros (quartiere di colonizzazione spagnola e unico che propone edifici storici), ma niente di così speciale.
Si può prendere in considerazione una visita anche al Parco Rizal con i giardini giapponesi, a Chinatown e al lungo mare vicino al porto.
Una cosa che va molto nelle Filippine sono i centri commerciali, per questo ce ne sono molti.
Manila offre il “Mall of Asia” che entra nei primi più grandi al mondo.
Personalmente non mi sento di consigliare Manila come posto da visitare nelle Filippine perché è una città e come spesso accade, le città non rappresentano realmente un posto, però la capitale filippina mette in risalto il grande contrasto con le città europee ed apre a pensieri e comparazioni.
Le Filippine offrono posti bellissimi quindi il mio consiglio è di evitare le città e immergersi nella natura e nei luoghi più caratteristici e da cartolina.
Manila si trova nell’isola Luzon, che è la più grande e popolata delle Filippine, per questo offre molti luoghi da visitare e molte attrazioni.
Uno su tutti è sicuramente Banaue.
Banaue è un piccolo paese tra le montagne nella parte centro-nord dell’isola.
Si raggiunge da Manila con un bus notturno dopo dieci ore di viaggio ed è un luogo di visita comune, per il fatto che è Patrimonio dell’Umanità UNESCO grazie ai suoi terrazzamenti di riso.
Nonostante il lungo viaggio in bus, sono contento di avere lasciato Manila, qua la vita è più tranquilla e soprattutto si ha un contatto forte con la realtà filippina.
Quando si esce dalle città, la gente è più abituata agli stranieri, sono molto più ospitali e non mancano di sorrisi.
Banaue è un paese molto piccolo però carino, circondato dalle montagne e dai terrazzamenti di riso.
Ci sono viste bellissime e la possibilità di immergersi nella cultura locale e vivere come loro, spostandosi su camioncini chiamati “jeep” e con tricicli a motore, ma anche di provare il cibo del posto.
Banaue mi ha dato la possibilità inoltre, di conoscere da vicino l’origine del riso ed il suo processo di coltivazione.
Ho camminato tra i terrazzamenti, ho imparato cose nuove ed interessanti, anche insegnamenti base che nel mondo moderno in cui viviamo non abbiamo la possibilità di scoprire.
La vita da queste parti è diversa, si vive di questo. Persone che abitano in case di legno disperse nei terrazzamenti e si dedicano al riso e alla semplicità della vita.
Ho avuto modo di fermarmi con loro a mangiare e bere vino al riso.
È interessante conoscere le altre culture e le loro usanze.
La maggior parte delle volte ci lamentiamo, ma è proprio quando vedi queste popolazioni che capisci quanto siamo fortunati.
Quello che fa strano è che noi sappiamo vivere con tutto, ma se un giorno ci dovessimo trovare con niente faremmo fatica a sopravvivere, per loro è il contrario, sanno vivere con niente.
Banaue è una visita che consiglierei, almeno un paio di giorni, in modo tale da scoprire la natura del posto ed immergersi nella vita locale.
Purtroppo per il tempo che ho a disposizione sono le uniche due tappe nell’isola di Luzon, ci sarebbe veramente molto altro da scoprire.
Questa avventura mi sta aprendo nuove prospettive del mondo e mi sta arricchendo molto, specialmente in aspetti che non ho ancora toccato da vicino.
Le Filippine non sono da visitare, le Filippine sono da scoprire.

Lascia un commento