È importante vedere il mondo da diverse prospettive per provare ogni volta differenti emozioni

IMG 3216 - È importante vedere il mondo da diverse prospettive per provare ogni volta differenti emozioni

L’ultimo periodo è stato molto intenso, tra il lavoro e mille cose da fare avevo bisogno di una ventata di freschezza e di energia. Per questo ero alla ricerca di una nuova avventura.
Quando sto fermo in un posto per un lungo tempo il mio corpo e la mia mente hanno bisogno di stimoli nuovi e di avventure nuove, quindi sono sempre alla ricerca di qualcosa che vada fuori dagli schemi della normale vita cittadina.
Trovai tutto questo nella scalata dello Story Bridge, il ponte più grande di Brisbane, nonché uno degli unici quattro ponti scalabili al mondo (Brisbane, Sydney, Auckland e uno in Danimarca).
Secondo me è importante vedere il mondo da diverse prospettive per provare ogni volta differenti emozioni. Per questo voglio osservare Brisbane da diversi lati.
Grazie allo Story Bridge Adventure Climb di Brisbane, che permette attraverso una guida di raggiungere la parte più alta del ponte, sono riuscito appunto a scalarlo fino alla cima.
Dopo che ti viene mostrato un video sulla sicurezza e ti viene dato tutto il necessario per la scalata, si parte per percorrere i mille e più gradini che portano alla parte più alta del ponte (80 metri d’altezza).
Io ero abbastanza tranquillo, ma altre persone erano un po’ preoccupate. Poi in realtà, una volta sul ponte è tutto più semplice e rilassante e puoi goderti la vista.
La scalata non è difficile, ci sono un paio di pezzi più ripidi ma non troppo impegnativi.
Più si sale più la vista è magnifica e si ha il contrasto con i grandi palazzi che sovrastano la città. C’è sempre qualcosa che si avvicina più di te alle stelle, ma il trucco non sta nell’avvicinarsi di più, ma nel sentire più forte la loro energia. Se hai una connessione forte con il mondo a volte la distanza non conta.
Abbiamo raggiunto la cima, poi siamo scesi verso il centro del ponte, lo abbiamo attraversato sorvolando le macchine e siamo risaliti al punto più alto. Nel frattempo il sole stava scendendo, la vista si oscurava e dava spazio ad uno spettacolo più potente, quello delle luci che illuminavano le sagome della città. Anche il ponte si era accesso di un verde che prepotentemente creava il suo posto nella città ed io come un equilibrista ci camminavo sopra, camminavo sopra le luci, sempre più in alto.
Ho scelto apposta questo orario in modo da poter iniziare la scalata con il sole per poi vederlo scendere dietro i palazzi, colorando il cielo di rosso. In questo modo ho vissuto il contrasto tra giorno e notte ed immortalato più immagini della stessa visuale.
È stato un qualcosa di semplice, ma che ha portato relax e freschezza interiore, quell’aria di libertà che ci vuole nella vita, quel collegamento tra reale e irreale che apre spazi di forti emozioni.
Una volta a terra mi sentivo pieno di energia e di vita e pronto a dare un sorriso diverso alla mia giornata.
Questa esperienza mi ha insegnato che è importante vedere il mondo da diverse prospettive per provare ogni volta differenti emozioni, ma non solo, anche che a volte si cerca di raggiungere la parte più alta, la vetta, solo per avere una vista migliore, poi ti accorgi che è solo dalla felicità con cui guardi le cose ed il mondo che cambiano le prospettive.
È stata una giornata emozionante e mi sono sentito vivo per l’ennesima volta, ed è incredibile come non ci si stanca mai di esserlo.
Vai più in alto che puoi, verso il sole e verso il cielo, ma impara che se non hai una connessione con il mondo e con te stesso tutto sarà diverso e se i tuoi occhi non sanno guardare con il sorriso, la vita ed il mondo non sono cosi belli come sembrano, nel caso contrario saranno spettacolari.
Con il fisico sulla vetta dello Story Bridge, ma con lo spirito oltre, per vedere il mondo.

Lascia un commento